Aumento Tarsu, la replica del Pd: “Noi non siamo falsi, l’aumento si poteva evitare e il sindaco lo sa”

Categoria: News, Politica, Primo Piano, San Giovanni Teatino

Continua il faccia a faccia a colpi di comunicato fra il Sindaco Luciano Marinucci e il Partito Democratico di San Giovanni Teatino; il partito di Gugliemo Epifani quest’oggi con un nuovo volantino ha risposto alle accuse rivoltegli dal primo cittadino riguardante l’aumento della Tarsu.

«Sindaco, la sua replica è piena di inesattezze e di altro. Il suo linguaggio, improprio e offensivo – quando attribuisce al Partito Democratico “affermazioni false” -  non fa parte del nostro costume: noi del Pd non siamo falsi!

Tassa sui rifiuti (Tarsu): nessuna confusione, è evidente che il Pd si riferiva all’aumento operato a fine 2012, i cui effetti, le bollette, si sono manifestati nei primi mesi dell’anno in corso (nel 2013 la Tarsu non c’è più). Lei ha scritto sul sito del comune: “la Legge ha previsto che i proventi derivanti dalla Tarsu coprissero il 100% dei costi del servizio [...] e che la sezione del Pd potrebbe documentarsi meglio e chiedere lumi più precisi, per evitare brutte figure”. Sindaco, la sua affermazione è priva di fondamento; la prescrizione, l’aumento al 100%, riguarda i Comuni in stato di dissesto finanziario non il nostro. Vada a leggersi  la delibera della sua giunta del 30.10.12 (lei era assente) e vedrà che l’unica giustificazione dell’aumento della tassa è il rispetto del Patto di stabilità. Quindi, il Comune poteva fare a meno di aumentare per il 2012 la Tarsu? si, poteva!

Utili  Sgs: il Pd ritiene che la parte pubblica della società più che vantare  grandi utili (il 49% dei quali vanno a finire nelle tasche del privato) debba essere di stimolo e proposta per l’utilizzo di questi fondi nel miglioramento del servizio per la costruzione di una Piattaforma ecologica, per l’acquisto di nuovi e sempre più moderni mezzi, per potenziare la raccolta con attrezzature che permettano di separare ulteriormente le frazioni, prime fra queste, il vetro trasparente, l’alluminio, etc.; Migliorando l’efficienza, si abbattono i costi e con essi le bollette dei cittadini!

Farmacia comunale: di questo fondamentale servizio affrontato dal comunicato del Pd, lei sindaco ha preferito non parlare, a lei interessava solo dire che il Pd afferma il falso. Sappia che i Democratici sono nettamente contrari alla svendita di questo importante presidio sanitario. La farmacia va resa più produttiva, deve fare più utili di quanto faccia adesso, ma ciò sarà possibile agendo non solo sull’organizzazione interna del servizio, ma anche e soprattutto sulla direzione politica di stimolo, di proposta , di presenza, di idee. Responsabilità che spetta agli amministratori comunali e ad un sindaco autorevole, che sappia difendere gli interessi dei cittadini e senza cercare scuse pur di venderla.

Infine, un piccolo suggerimento: faccia pulire i contenitori per la raccolta degli oli. Sono in uno stato da far vergogna e rappresentano un brutto biglietto da visita per il nostro paese, e per un sindaco “verde” solo di facciata!»

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>